Punti di vista da un altro pianeta

venerdì 16 aprile 2010

Proteste marziane

Nel suo discorso programmatico per il rilancio della NASA, pronunciato ieri durante la sua visita a Cape Canaveral, il Presidente del Stati Uniti Barack Obama ha annunciato il primo viaggio umano su Marte intorno al 2030. Ebbene, devo dirvi che qui non è che la cosa l'abbiano presa granché bene. Li conoscono gli americani... E difatti verso il tramonto si sono verificate alcune manifestazioni spontanee di protesta nei pressi dei siti frequentati dai rover Spirit e Opportunity, finora tollerati benché privi dei regolari permessi di soggiorno.



Tuttavia credo che l'allarmismo sia ingiustificato e che tutto sommato possiamo dormire sonni tranquilli. Petrolio qui non ce n'è. Spero. E quanto alle armi di distruzione di massa, da qui al 2030 abbiamo tutto il tempo di nasconderle per benino. O di usarle.

11 commenti:

  1. Solidarietà agli amici marziani. Anzi, vi chiedo asilo politico interplanetario. 'Sti terrestri me le hanno rotte a sufficienza...

    RispondiElimina
  2. Per l'asilo politico, non c'è problema, Zio. Sei benvenuto. Solo devi preparare la seguente documentazione:
    - Richiesta di asilo (mod. 73-bis) in triplice copia con marca da bollo da 4000 Mars (1 Mars = 1.936,27 Euro)
    - Fotocopia autenticata del passaporto spaziale in duplice copia
    - Dichiarazione dei redditi degli ultimi dieci anni
    - Certificato medico di sana e robusta costituzione
    - Certificato del casellario giudiziario
    - Analisi del sangue complete (devono essere tutte negative, altrimenti ciccia)
    - Autocertificazione che non hai mai votato Berlusconi.

    Inoltre per passare la dogana dovrai avere con te:
    - Spazzolino da denti e dentifricio
    - Almeno tre paia di mutande pulite
    - Uno stick di deodorante
    - Una tuta spaziale o i soldi per comprartela in loco (10000 Mars)
    - Una confezione di profilattici
    - Una foto del Che.

    RispondiElimina
  3. Anch'io voglio chiedere asilo politico. Il paesaggio non sempra granchè vario, ma la compagnia rischia di essere di granlunga preferibile a quella che abbiamo qui.

    RispondiElimina
  4. Ah ah ah, evviva questa bella ironia. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Extraterrestre portami via ... se potessi farlo non starei qua un minuto di più.
    Ciao!! ps. La mia solidarietà più assoluta ai marziani

    RispondiElimina
  6. @Niente Barriere: se si potesse fare quanti non starebbero più qua... Ciao!

    @Moribond: si respira, si respira, basta avere i polmoni adatti.

    RispondiElimina
  7. Gerarca Barbagli17 aprile 2010 11:11

    Dalla colonia fascista insediata nel rosso pianeta bolscevico, un tempo traditor ma riportato all'ordine per devota volontà del nostro Duce, comunichiamo che siamo onorati di accogliere l'alleata potenza Americana condotta nei fasti odierni dal giovane, nonchè nostro amico, Predidente Barack Obama.

    Nel ricordarvi che le eroiche geste al quale farete fronte, sono state da noi Popolo Italiano predecedute, restiamo in attesa del grande avvento del 2030, che consoliderà la nostra alleanza.

    Con la presente cogliamo l'occasione per porgiamo cordiali saluti.

    RispondiElimina
  8. Ecco un'idea di dove potremmo usare le nostre armi di distruzione di massa...

    RispondiElimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com