Punti di vista da un altro pianeta

lunedì 19 aprile 2010

Non tutti i mali...

Secondo un recente studio dell'Università di Padova, negli ultimi sessant'anni le misure medie del pene degli italiani si sono ridotte di circa un centimetro scendendo a 8,9 cm rispetto ai 9,7 cm del rapporto Kinsey del 1948 (anche se quello era riferito agli americani e quindi chi può dire se siano peni confrontabili?). Comunque a riposo, eh! La causa, secondo il Professor Carlo Foresta, responsabile del Centro Regionale di Crioconservazione dei Gameti Maschili dell'Università di Padova, è da imputare a «diossine, pesticidi, metalli pesanti, additivi di plastiche, vernici e detergenti responsabili di alterazioni degli equilibri ormonali che possono agire in due modi: riducendo l'attività degli ormoni maschili androgeni o mimando l'attività degli estrogeni femminili.» E questo succederebbe già nell'utero materno, durante la gravidanza, dove gli inquinanti metterebbero i bastoni tra le ruote al corretto sviluppo degli organi sessuali del bambino.

È evidente che per lo meno nel lungo periodo questo processo andrà a incidere in maniera preoccupante sull'autostima (e non solo) dei maschietti italiani, soprattutto nelle zone in cui l'inquinamento è maggiormente accentuato e radicato. E dove lo è, in Italia, se non proprio nelle Terre Padane, tra Torino e Venezia, territori di industria e di imprenditoria, di sviluppo e di fabbrichette, di fumi e di scarichi, di Seveso e di Lambro, di Cota e di Zaia, di miracoli economici e di miracoli politici? Malgrado le tossiche previsioni, credo che a questo punto la sinistra possa a buon diritto tirare un bel sospirone di sollievo. Anche senza il suo scarso impegno, i suoi contrasti interni, le sue idee scombinate e la sua latitanza territoriale, basterà che attenda abbastanza tempo e la Lega separatista, la Lega strillona, la Lega ciapa tutt, la Lega celodurista sarà automaticamente e inesorabilmente destinata alla perdita di consenso per deficienza di materia prima.

17 commenti:

  1. In fondo Bossi dice che la lega ce l'ha duro, mica che ce l'ha lungo.

    RispondiElimina
  2. Sì, ma cosa te ne fai di un mozzicone di marmo?

    RispondiElimina
  3. Io ce l'ho lunghetto anche se vivo sul Lago Maggiore, però sono anche lungimirante, e quindi:
    a) non sono leghista
    b) non contribuisco, neanche potendo, al delirio della bomba atomica demografica (Non vi siete accorti, guardando da Marte, di uno strano formicolìo? Dipende dal fatto che la superficie della Terra è interamente ricoperta dall'homo mica tanto sapiens, ormai diventato una cellula tumorale impazzita che vuol uccidere il pianeta, il quale si difende come può, ad esempio con le eruzioni del vulcano Ejmavaffancul!

    RispondiElimina
  4. p.s. autocorrezione dello Zio. come direbbe Totò: "Hai aperto la parente? Chiudila!"

    RispondiElimina
  5. E comunque, 'sto sospirone, non lo tirerei a pieni polmoni, io!

    RispondiElimina
  6. Bravo Zio! In effetti qui da Marte in questi ultimi giorni stiamo vedendo giù da voi una grossa nuvola di fumo. E ci eravamo fatti l'idea che Briatore avesse aperto una nuova discoteca...

    RispondiElimina
  7. mah, sarà colpa dell'immigrazione cinese..
    :D

    RispondiElimina
  8. Deficienza di materia prima? Uhahahahahh

    RispondiElimina
  9. allora tutti in macchina e puntiamo sull'inquinamento per abbattere l'autostima delle truppe padane!
    forse così ci salveremo...

    RispondiElimina
  10. @Marco: hai lagione, Malco, potlebbe anche essele. Davvelo buona questa! :)

    @Matteo: ;-)

    @Ernest: mi sa che ci pensano già da soli.

    RispondiElimina
  11. Del resto se pensi alla regola macchina grande pisello piccolo e dai un'occhiata alle vetture che circolano di questi tempi, ti puoi fare un'idea della realtà.

    RispondiElimina
  12. e' la prima volta che sono pro inquinamento... se e' per una giusta causa!

    Clelia

    RispondiElimina
  13. @Alberto: mi pare che Clelia ti abbia risposto! ;-)

    @Clelia: cosa non si fa per una giusta causa...

    RispondiElimina
  14. tesoro non è colpa mia20 aprile 2010 18:06

    Finalmente, per evitare di assumermi tutte le resposabilità dei traggici eventi(poichè non posso colpevolizzare il Grande Creatore), ho trovato una perfetta giustificazione.

    RispondiElimina
  15. Secondo me nell'ultimo secolo pure le misure medie del cervello si sono ridotte. Altrimenti non si spiega il successo della lega (pure la rima XD)

    RispondiElimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com