Punti di vista da un altro pianeta

martedì 6 luglio 2010

Il meteo come filosofia esistenzialista

In proporzione all'alzarsi delle temperature, ho notato che - curiosamente - dalle vostre parti si moltiplicano e si diffondono tre famiglie di messaggi. Della prima categoria fanno parte certi servizi ricorrenti nei tigì (per una volta totalmente bipartisan), dove sono ripresi individui che si sparano con le pistole ad acqua, turisti che sguazzano coi piedi nelle fontane e i fazzoletti annodati intorno alla testa, bambini cui cade il gelato sui piedi, e - non di rado - gente che ha la fortuna di essere intervistata da potenziali candidati al Premio Pulitzer. Tipo:
Il Giornalista (di cui si vede solo la mano sul microfono): «Caldo vero?»
L'Intervistata (ragazzina in canottierina e bandana, sudata marcia, che sta leccando un grosso ghiacciolo in compagnia di un'amica): «Assolutamente sì» (annuisce gocciolando)
Il Giornalista: «Ma qual è il vostro segreto per resistere a quest'afa?»
L'Intervistata guarda l'amica ridacchiando, poi all'unisono le due rispondono ammiccando: «Non portare le mutande.»

Dopodiché ci sono gli immancabili consigli dei tabelloni luminosi, con cui l'amministrazione di turno dispensa ai suoi cittadini contribuenti insostituibili perle di saggezza frutto dell'Addizionale Comunale:
"Non uscire di casa dalle 11 alle 18"
"Bere molta acqua"
"Evitare bevande alcoliche, fredde, gassate"
"Scopare solo ore notturne, possibilmente sdraiati"
Contenuti cruciali per la sopravvivenza della specie, insomma.

Infine come non citare le Previsioni del Tempo, che solo voi in tutta la galassia avete, capaci di rispondere in tre minuti agli interrogativi più vitali dell'esistenza? Fino a quando durerà questo caldo? Ma come sarà: afoso o torrido? (A proposito, la sai la differenza?) E quale sarà la temperatura percepita? Ma perché fino a qualche anno fa, se il termometro misurava 30°C, tu percepivi 30°C? Che cosa è cambiato nel frattempo di cui non ci siamo accorti? Colpa forse dell'ennesima legge ad personam del Governo? O degli esperimenti degli UFO? O del 2012 che si avvicina? Comunque, di certo c'è che d'estate la temperatura percepita è sempre maggiore di quella effettiva, mentre d'inverno è sempre minore e questo, se non aggiunge granché alla conoscenza dell'uomo e alle sue modalità di abbigliamento e di alimentazione, la dice però lunga sulla posizione che egli si ritrova per forza di cose ad assumere di fronte all'universo intero.

25 commenti:

  1. certo che davvero, già mi sento ridicolo da me che sto qua, figuriamoci quelli che ci guardano da marte che risate si fanno! :D

    RispondiElimina
  2. Hai dimenticato l'imprescindibile intervista all'esperto di turno (credo sia lo stesso tutti gli anni), in cui dà gli inimmaginabili consigli per resistere al caldo...

    RispondiElimina
  3. senza contare che qualche anno fa consigliavano di trascorrere le ore più calde "in luoghi freschi come supermercati e centri commerciali"...

    RispondiElimina
  4. @robydick: se di notte vai in un posto molto, molto silenzioso, quando Marte è alto nel cielo, e ti concentri, fai molta attenzione e tendi per bene le orecchie, puoi sentirci ridere...

    @Alessandro Cavallotti: certo, diciamo che quello lo considero facente parte della seconda tipologia. E mi chiedo, d'inverno che farà costui? Consiglia di mettersi i maglioni?

    RispondiElimina
  5. @Lumaca a 1000: che tra un bancone frigo e l'altro, magari ti scappava pure di comprare una scatoletta di prezzemolo surgelato e contribuivi così all'incremento del PIL.

    RispondiElimina
  6. L'uomo lo vedo messo a 90, pronto a godersi un calippo fritz alla cola... Comunque caro marziano hai proprio ragione, siamo qui, madidi di sudore a vedere le previsioni sperando invano che annuncino una giornata di freddo, così come d'inverno non vediamo l'ora che venga il caldo... Io personalmente metto su "Estate" di Bruno Martino (lo conoscerete di sicuro anche da voi) e canto a squarciagola...

    RispondiElimina
  7. @il rospo dalla bocca larga: direi proprio che hai azzeccato la posizione. Preferisco invece astenermi sul calippo frizz... ;)

    RispondiElimina
  8. @ciku: non c'è di che. Ma grazie di che? ;)

    RispondiElimina
  9. uno dei migliori post mai letti. m'hai fatto ridere. sigh...quanto siamo "pochi".

    RispondiElimina
  10. @ciku: addirittura? Tu mi lusinghi! Mi fai increspare le scaglie della schiena (l'equivalente marziano di arrossire). Contento di averti fatto ridere. E' una delle cose più belle che si possa chiedere alla scrittura.

    "Pochi" sì, ma "buoni". ;-)

    RispondiElimina
  11. Eh Marzia'...d'estate bisogna andare a D'AGIO in tutto !

    RispondiElimina
  12. Grande Marziano, lo so che le nostre catene umane son ridicole per lei, ma mi permetti di consegnarti una tanica di propellente per la tua astronave? sul mio blog! Premio Dardos, appunto!

    RispondiElimina
  13. senza contare il tizio intervistato dal giornalista per recitare (contro un passaggio in tv) che un anno si è scordato il rubinetto dell'acqua aperto prima di andare in ferie e che ha quindi allagato la casa...seguono consigli sulla chiusura dei rubinetti prima di scappare al mare...

    io dico, non ho la tv e quando me la propongono devo vedere cose al di là di ogni forma umana di intelligenza ???

    RispondiElimina
  14. Percepire è una roba avanzata, chi percepisce è intelligente,siamo tutti quanti felici di questa attribuzione, siamo stati tutti quanti promossi, non è che abbiamo caldo come le margherite in un campo, percepiamo, vuoi mettere? Sui consigli graziosamente glisso…ho troppo caldo per esplodere.

    RispondiElimina
  15. ahahah!!

    "Scopare solo ore notturne, possibilmente sdraiati"oppure fate come cazzo vi pare se avete l'aria condizionata. Che poi a me con l'afa mi piace, col caldo torrido no: è un po' come la scusa del mal di testa...

    RispondiElimina
  16. @Grace: :-D

    @petrolio: grazie per il propellente e per il "premio". :-)

    @dizaon: io faccio prima: chiudo il generale dell'acqua. Quanto alla "forma umana di intelligenza", si tratta - ahimé - di un bisticcio.

    @fizzi: la percezione è legata agli organi di senso, quindi ce l'hanno anche animali molto primitivi. Da questo punto di vista, nel vostro caso di "avanzato" mi sa che non c'è proprio niente, anzi (vedi anche commento a dizaon).

    @ubi minor: ho capito, hai l'igrometro in camera da letto.

    RispondiElimina
  17. Ciao Grande Marziano...ti ho letto in giro, sei simpatico....anche dalle nostre parti non si legge Moccia......eheheheh ciao!

    RispondiElimina
  18. Ciao HollyAntonioBarbara, sei una multipersonalità?
    Grazie dell'apprezzamento e della visita.

    P.S. Come disse Don Abbondio quella volta: "Moccia, chi era costui?"

    RispondiElimina
  19. Ciao, ho segnalato il tuo blog per il premio Dardos! leggi qui per saperne di più

    http://recensionidifilm.blogspot.com/2010/07/premio-dardos.html

    RispondiElimina
  20. Sig. "anziani e bambini"8 luglio 2010 20:37

    Appartenendo alle fasce più a rischio seguire a pieno i consigli del tg e, come tutti sapranno, sono in uno stato invidiabilissimo:
    1-non esco dalle 11 alle 18 (vabbè, in realtà non esco mai per via del ricovero);
    2- bevo molto, ma non guardiamo il pelo nell'uovo, se sia licquido o con una piccola miscela bifasica;
    3- non bevo troppo freddo e acqua gassata;
    4- Non scopo di giorno ed impiedi (in eraltà neanche di notte così non mi risveglio sudato).

    Però sull'ultimo punto, ora che ci penso, se non copulo d'estate per combattere il caldo, d'inverno perchè seguo ugualmente il consiglio del gt? Mah, comuque nel dubbio meglio così, non ricordo notte che sia sudato, inverno o estate che sia.

    RispondiElimina
  21. @Alessandro Giovannini: sì, l'avevo visto (difatti ho risposto al tuo post). Grazie dell'apprezzamento! :-)

    @Sig. "anziani e bambini": ogni tanto però una sudatina - estate o inverno che sia - bisognerebbe concedersela, a dispetto di ciò che dicono le voci suadenti di tutti i pulpiti del mondo.

    RispondiElimina
  22. Ehy!!! Ciao Grande Marziano....siamo in tre e una scrive e pubblica...me, Barbara, se passi da Noi vedi pure a Golia! Grazie per esserti aggiunto ai lettori!

    RispondiElimina
  23. @HollyAntonioBarbara: roso dalla gelosia per Holly, Golia presto comincerà a rivendicare il diritto di essere anche lui "credited" nel nick. ;)

    RispondiElimina
  24. @Il Grande Marziano
    Non è la prima volta che lo sento, ma non ho anticorpi e sono terrorizzato dai rischi di raffreddore, mal di gola o peggio ancora febbre ed abbassamento di pressione, oltre al fatto che non ho soldi per concedo saune al centro termale.
    Meglio seguire il tg scrupolosamente.

    RispondiElimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com