Punti di vista da un altro pianeta

sabato 4 febbraio 2012

Welcome to the Dark Side of the Universe

Ogni tanto è salutare farsi una bella iniezione di umiltà, come una dose di vitamine per l'anima. Mettere da parte le presunte presunzioni dell'essere Esseri Intelligenti e riscivolare di buon grado, autonomamente, al posto che ci compete all'interno del Grande Schema Misterioso Delle Cose.

E' dunque necessario rinfocolare, ogni tanto, la consapevolezza di vivere a mollo nell'ignoto. Toglie importanza alle cose che ci illudiamo (o ci hanno fatto illudere) siano importanti e ci (ri)mette di fronte agli altri e al mondo, a ciò che siamo o facciamo, abbiamo o desideriamo, attraverso una prospettiva più obiettiva, perché più ampia, come se ci osservassimo da fuori, dall'alto, e per questo ci aiuta a riflettere su ciò che per noi dovrebbe contare davvero, più d'ogni altra cosa.

L'iniezione che vi propongo oggi è questo video. In accordo alle specifiche degli interventi istituzionali TEDx, sono (solo) 18 minuti. Sono confidente che potrete ricavarli da qualsiasi zapping quotidiano che vi capiterà di fare (televisivo o internettiano che sia). Quindi fermatevi un attimo e guardatevelo.

6 commenti:

  1. Da piccino volevo fare l'astronomo (il papà di un mio amico lo era, ricordo che mi regalò una mappa della via Lattea): ho trovato veramente interessante l'intervento dell'astrofisico e soprattutto comprensibile anche per profani come il sottoscritto.

    La materia e l'energia oscura sono confidente che verranno scovate, basta dare tempo alla Gdf e al governo Monti di farlo (prima Cortina, poi Roma, poi la movida milanese, dopo l'universo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto lieto che tu l'abbia trovato interessante.

      Quanto alla materia e all'energia oscura di cui parli, un'altissima percentuale rischia di essere sparita oltre l'orizzonte degli eventi di un buco nero elvetico.

      Elimina
  2. tutti noi siamo polvere, ma alcuni sono anche peggio: sono acari, della polvere. (e mentre almeno noi polverini ne siamo, a tratti, consapevoli - a parte gli attacchi di mania di grandezza di cui a volte soffro pure io - quegli stronzi di acari si credono Dèi...)

    p.s. sono al vecchio portatilino causa malattia e ho difficoltà coi video, ma non dubitare che tornerò a vederlo, poiché m'interessa, come spesso accade con le proposte tue...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è un senso di triste e amara inevitabilità classista nella tua (bella) metafora. Polvere da una parte, acari dall'altra. L'emancipazione non è prevista, come non è previsto che l'uomo diventi dio (a dispetto dei suoi innumerevoli tentativi quotidiani).

      PS Riprenditi presto caro Zio, e copriti bene in questi giorni di gelo marziano.

      Elimina
  3. Lorenzo Benedetti20 febbraio 2012 08:26

    A proposito di ignoto, macro-micro prospettive, astrofisica, polvere e acari, consiglio vivamente un libro che ho appena finito. Nonostante non contenga niente di veramente nuovo (sono uomo di scienza :-)) è scritto veramente bene, per non scienziati, divertente, e riesce a generare ondate di vertigini e depressione non trascurabili: http://www.amazon.it/Breve-storia-quasi-tutto-Saggistica/dp/8850215495/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1329722708&sr=8-1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione, Lorenzo. Di Bryson ho "Una passeggiata nei boschi", di cui m'hanno parlato bene, anche se non l'ho ancora letto. Anche questo sembra molto interessante. Me lo segno. :-)

      Elimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com