Punti di vista da un altro pianeta

venerdì 22 aprile 2011

Harry ti presento Sharon

Si sa che certi film rimangono nel cuore, vuoi per la loro forza artistica, per la loro rara capacità di non perdere con il tempo (e le repliche) lo smalto della sollecitazione emotiva, vuoi perché ciascuno spettatore li associa a un determinato periodo della propria vita che li fa diventare così aggregatori di nostalgie e catalizzatori di ricordi, come una specie di petite madeleine in grado di solleticare altri sensi, ma comunque di tirare fuori dal cilindro della memoria suggestioni e malinconie sepolte.

Film come questi, in genere, se da un lato acquisicono con il tempo un'aura mitica di intoccabile inarrivabilità, dall'altro vengono spesso accarezzati dalla tentazione dei produttori di farne dei seguiti che sfruttino la forza dell'originale e la sua predilezione consolidata presso il pubblico, per cercare di mandare in porto operazioni commerciali di dubbio valore. Eppure, ferme restando tutte le più ciniche (e doverose) considerazioni sulla fredda logica dell'industria cinematografica, non è nemmeno così semplice restare del tutto immuni al fascino di ritrovare quei vecchi personaggi in altre situazioni, come il riabbracciare vecchi amici di cui si erano perse le tracce, che illude possa fungere da macchina del tempo e riportare indietro verso emozioni andate, addolcite dal tempo e distillate dal rimpianto.

Uno di questi è, senza dubbio, Harry ti presento Sally (When Harry met Sally), commedia cult del 1989 di Rob Reiner, con un'indimenticabile Billy Crystal e un'orgasmica Meg Ryan, che da più di vent'anni, a intervalli irregolari, suscita clamori di possibili seguiti. Ora Billy Crystal si rimette nei panni di Harry, invecchiato, ma Sally non c'è più. Al suo posto troviamo una Sharon interpretata dal Premio Oscar Helen Mirren, mentre al suo fianco compaiono pure il regista Rob Reiner (quello che si vede all'inizio) e, addirittura, Mike Tyson (quello con la faccia di Tyson). Inutile dire che le cose, per Harry, anche questa volta non andranno come previsto, e ne è testimone il fatto che, date le circostanze, sembra che il trailer gli sia bastato...

[Nota: Purtroppo il video è in inglese e non ho trovato una versione sottotitolata, ma anche se non comprendete la lingua vale la pena guardarlo ugualmente].

9 commenti:

  1. aaaahhhhhh!
    grazie!!!

    :-)

    RispondiElimina
  2. remake evitabile, ma era inevitabile che accadesse

    RispondiElimina
  3. Sinceramente, non credo potrà essere paragonabile al primo.

    RispondiElimina
  4. Me ne hanno parlato talmente tanto che visto una volta non ne ricordo praticamente niente. Non mi piacque, insomma.

    RispondiElimina
  5. Come non amare questo film? La scena dell'orgasmo è una delle più indimenticabili! E' sempre un piacere riscoprirlo!

    RispondiElimina
  6. mettiamo la "e" alla fine di petit per evitare la guerra di sessi ? :-)

    RispondiElimina
  7. Ma com'è che ogni volta che posti ste cose ho il sospetto che un buon 50% dei tuoi lettori le prenda sul serio? :-D

    RispondiElimina
  8. @Chi non ha visto "Harry ti presento Sally": 'mbè? Cosa aspetti?

    @Chi l'ha visto, ma non gli è piaciuto: che dire... succede... Probabilmente si è trattato del film sbagliato al momento sbagliato.

    @Chi l'ha visto, e gli è piaciuto: come sfondare una porta aperta.

    @Chi ha creduto che il post parlasse di un vero remake: come ho scritto in fondo "sembra che il trailer gli sia bastato", nel senso che il remake si ferma alla clip. In altre parole si tratta di un piccolo scherzo che Crystal, la Mirren e Rob Reiner si sono divertiti a girare appositamente per il sito Funny or Die. Niente di vero, dunque! E ci mancherebbe, mi viene da aggiungere...

    @D.: ops, merci! :-)

    @Vaniglia: il sospetto è anche il mio. Ma direi più del 50%...

    RispondiElimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com