Punti di vista da un altro pianeta

sabato 15 ottobre 2011

Il primato del dubbio

Guardo le immagini di Roma e non posso fare a meno di ricordare queste parole:
Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perché pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito. Gli universitari invece lasciarli fare. Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì.
Francesco Cossiga, intervistato da Andrea Cangini 23/10/2008

Nel sempre salutare esercizio del dubbio e della critica, evitando di prendere supinamente quello che ci viene detto, mostrato e commentato e farlo diventare una nostra opinione, e visto che le cose non sono sempre mai fatte senza scopo, una sola cosa viene da chiedermi: chi ci guadagna (di più) da tutto questo? Ognuno è libero di dare la sua risposta.

Per il resto, al di là di qualsiasi dietrologia, vera o presunta, non bisogna dimenticare che un manipolo di stronzi - qualsiasi origine abbia - da un lato non deve poter cancellare il significato della manifestazione e dall'altro non deve condizionare il giudizio sul movimento e su quanto socialmente, ma anche politicamente e ideologicamente, gli sta dietro. Purtroppo sono certo che non sarà così. C'è solo una certezza.

La campagna elettorale è cominciata oggi.

22 commenti:

  1. MI sembra non di averle scritte, ma di averle addirittura pensate io queste cose .

    RispondiElimina
  2. Il problema è che continuate a far finta di non capirlo, ma erano mesi che questa manifestazione veniva organizzata ed era funzionale a quelli che tu definisci stronzi.
    Mi fa specie che ora siate tutti qui a fare distinguo e stupirvene...

    RispondiElimina
  3. io ci sono stato alla manifestazione e la gente che ho visto io non aveva niente a che fare con questi teppisti ma quello che fa più rabbia è che si parlerà solo di loro.

    RispondiElimina
  4. Sì si parlerà solo di loro. E' così che funziona.

    RispondiElimina
  5. Anche io avevo solo queste parole in mente, e le immagini di Genova parimenti negli occhi. Io ODIO chi sta al potere in questo momento. Fascisti legalizzati.

    RispondiElimina
  6. Io me lo sentivo che succedeva qualche provocazione, molto comoda al governo in carica.

    RispondiElimina
  7. @Vitamina: sarà che noi marziani siamo anche telepatici, nei confronti di individui particolarmente dotati, s'intende...

    @il Russo: non capisco perché mi dai del "voi", come se rappresentassi qualcuno. E i distinguo sono necessari. Non capisco dove vuoi arrivare. Erano settimane che questa manifestazione era in fase di organizzazione anche in molte altre città del mondo, ma i casini (guarda caso) sono successi solo in Italia. Quindi i Black Block vengono tutti in Italia perché in qualche modo sanno di avere mano libera, oppure perché gli piacciono il clima e il cibo e le donne. Forse tutt'e tre le cose. Anzi tutt'e quattro.

    RispondiElimina
  8. @Antonio e @Sandra: questo è un risultato oggettivo di quanto succede in circostanze del genere. La manifestazione è stata delegittimata. Il movimento (per certi aspetti) anche. E questo è tutto ciò che si ricorderà. Mica le migliaia di quelli pacifici e *davvero* indignati.

    RispondiElimina
  9. @Minerva Jones e @Inneres Auge: quelle parole sono state davvero scandalose da parte di un ex Presidente della Repubblica. Però danno la misura della politica e dei limiti che è disposta a superare. Per cui certe cose non dovrebbero sorprendere...

    RispondiElimina
  10. @Adriano Maini: ancora di più in un momento difficile come questo, coi sondaggi che girano...

    RispondiElimina
  11. La campagna elettorale è cominciata oggi (cit)...e la sinistra democratica, riformista e pacifista ha perso di nuovo

    RispondiElimina
  12. @ Ubi Minor: già non avrebbe avuto rappresentanti/candidati da sostenere, intanto, e comunque deve anche forse mettere a punto altre strategie rispetto all'andare in piazza estemporaneamente dove ha la certezza che verrà menata... Continuo a pensare che - foss'anche andato tutto bene - non sarebbe servita a niente questa manifestazione, vedi il gran casino per "se non ora, quando?", la quantità incredibile di gente che ha mosso quell'iniziativa, e comunque la sua totale inutilità :-((( Urge ripensamento, credo.

    RispondiElimina
  13. @Minerva: sì, hai ragione, ma così le solite persone che alle manifestazioni non ci vanno perché boh, non ci vanno, ora dicono: «lo vedi, i soliti facinorosi, le manifestazioni non servono a niente e la sinistra deve sempre fare casino, pensa a quei poveri poliziotti». Hai visto le foto che ho messo da me?

    RispondiElimina
  14. @Ubi Minor: viste. Bel lavoro, e credo sia importante continuare con i nostri blog a documentare, riflettere, analizzare: basta uno in più, uno solo che cambi idea, che abbia dubbi, che decida di cominciare a informarsi e farsi un'opinione al di là di quanto gli viene inculcato dai media ufficiali, ed è già valsa la pena fare ciò che stiamo facendo.
    Capisco ciò che dici, ed è chiaramente per quello, come dice il grande marziano, che costoro agiscono così. Ed è parte della ragione per cui noi continuiamo a nostra volta a parlare, e dire cose differenti, di rimando.

    Grazie dell'ospitalità, grande marziano, e perdona se stiamo comunicando sulla tua bacheca :-)

    RispondiElimina
  15. sì, esattamente quello che dice Marziano. Ma lui da lassù ci vede lungo e a 360°.
    (visto anche il video?)

    Ok, ok, basta spam da queste parti ;)))

    RispondiElimina
  16. Ho usato il voi perchè come molti altri hai usato la domanda retorica "chi ci guadagna".
    I manifestanti arrestati erano tutti italiani, con buona pace degli straniere e delle nostre bellezze italiche, all'estero non è successo niente perchè non era stato pianificato niente da coloro che son scesi in piazza.
    Qui è successo altro, ma vedo che ci si attacca alle parole e si continua a non andare al nocciolo del problema.
    Che c'è, eccome se c'è, altrochè sparuta e imprevista minoranza...

    RispondiElimina
  17. @Minerva Jones & Ubi Minor: su questo pianeta discussioni e scambi di opinioni sono sempre benvenuti. Quindi chattate pure quando e quanto vi pare! Anzi, sono io che ringrazio voi.

    RispondiElimina
  18. @il Russo: ti rispondo per punti:
    1) non vedo alcun nesso tra il tuo uso del "voi" (come a volerti distinguere da una fantomatica categoria a cui qualcuno qui apparterrebbe) e la mia domanda;
    2) la domanda non era affatto retorica;
    3) non credo proprio che chi ha organizzato la manifestazione, abbia organizzato anche gli incidenti;
    4) le parole sono le uniche cose che abbiamo. Per discutere, confrontarsi, capire, evolvere, combattere. E' curioso che quelli come te si lamentino sempre che la gente parla parla parla senza andare al nocciolo del problema, ma non fanno mai niente di niente per contribuire ad andarci, al nocciolo di 'sto problema.

    RispondiElimina
  19. ach der grosse Kossiga ! [pure da noi sono dei geni dell'infiltrazione...il potere si mantiene con tutti i metodi]

    RispondiElimina
  20. Il nocciolo del problemaa, secondo me, è quela intervista a Cossiga: in Italia, se uno si fa un nome e una posizione, poi non c'è verso che ce lo leviamo dalle palle, anche se dovesse scoreggiare al momento della consacrazione dell'ostia alla messa di Natale a S. Pietro. Avete sentito l'ultima intercettazione di Silvio, quella in cui auspicava una rivoluzione di massa con assalto al palazzo di Giustizia di Milano e alla sede di Repubblica?

    RispondiElimina
  21. @D.: il potere vive per automantenersi.

    @knitting bear: l’intervista a Cossiga sembra uscita da un libro di fantapolitica, sembra impossibile che un ex presidente della Repubblica possa avere detto sul serio quelle parole… Dal canto suo in quella intercettazione Mr. B dimostra di essere totalmente distante dalla realtà del paese, perché di certo non ci sarebbero milioni di persone disposte a fare quello che lui chiede, a meno di non *pagarle*, naturalmente! Dunque, a cento euro l’una (almeno cento euro a testa glieli vogliamo dare, per un “assalto” al Palazzo di Giustizia e a Repubblica?), ci vorrebbero come minimo cento milioni di euro o anche duecento. Oddio, pensandoci bene, potrebbe anche averceli… Pertanto siamo costretti a sperare che la gente per una cosa del genere costi di più, o che lui sia troppo attaccato al denaro. Dunque penso che possiamo stare tranquilli, ma più per la seconda, che per la prima.

    RispondiElimina

Poiché vorrei evitare di attivare la moderazione, vi prego di moderarvi da soli. Grazie.

License

Creative Commons License
I testi di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons.

Statistiche

Blogsphere

Copyright © Il grande marziano Published By Gooyaabi Templates | Powered By Blogger

Design by Anders Noren | Blogger Theme by NewBloggerThemes.com